Rinforzare le difese immunitarie, ecco dieci consigli per rafforzare le difese:

Il sistema immunitario è il network funzionale del nostro organismo che protegge da agenti patogeni esterni.

Il sistema immunitario è composto da tessuti, come quello epiteliale, che servono da barriera, molti strati cellulari, miliaia di proteine e piccole molecole, gli anticorpi, i linfociti di tipo T e B ed infine i monociti. Quando un agente viene riconosciuto come estraneo, i linfociti richiamano cellule e mediatori; essi hanno il compito di eliminare l’agente estraneo.

Per garantire una buona funzionalità del sistema immunitario e permettergli di difendere il corpo al meglio dall’attacco di virus, batteri e funghi è fondamentale un corretto stile di vita:

Per prima cosa : Non fumare

Il fumo irrita le mucose respiratorie. Questa irritazione rallenta o addirittura blocca la produzione di alcuni specifici linfociti in grado di eliminare gli elementi estranei al corpo.

Astenersi dal fumo

Se le mucose dell’apparato respiratorio non sono irritate da fumo o smog, i linfociti sono attivi e capaci di eliminare le tossine. Poteniando così le reazioni di difesa.

Frutta e verdura tutti i giorni:

La frutta e la verdura apportano una serie di sostanze benefiche per le difese come le vitamine ed i sali minerali

5 porzioni di frutta son l'ideale:

La frutta di stagione è quella da preferire, perchè più fresca e ricca di vitamine.

Almeno 30 minuti di attività fisica:

L'attività fisica migliora la funzione di alcune cellule del sistema immunitario; migliora anche l'ossigenazione sanguigna, liberando endorfine da senso di benessere

Correre ma senza esagerare...

Allenarsi troppo intensamente ha l’effetto opposto. Dopo aver raggiunto, e superato la soglia corrispondente al massimo consumo di ossigeno, l’organismo, per poter continuare a produrre lavoro, deve avvalersi dei metabolismi anaerobici, che riducono le difese.

Avere le difese immunitarie basse è un grave problema: si è maggiormente esposti alle infezioni ed alle malattie.

È bene capire quali sono le cause che portano a un abbassamento delle difese immunitarie del nostro organismo:

I motivi che portano ad un abbassamento del sistema immunitario sono molti:

 prettamente ambientali, come ad esempio i cambi di stagione, il freddo o la forte umidità.

Dormire poco, cause personali come lo stress.

 cattive abitudini come l’abuso di alcool.

 una scorretta alimentazione.

 l’uso eccessivo di farmaci.

I sintomi di un abbassamento delle difese immunitarie sono numerosi: stanchezza fisica e mentale, la mancanza di lucidità, le vampate di calore, ed in fine la perdita dei capelli.

 Dunque, rinforziamo le difese immunitarie !

Si è sempre cercato di modulare le difese immunitarie con l’ausilio di prodotti naturali e piante medicinali. Di recente l’agenzia europea per i medicinali EMeA ha pubblicato diversi documenti specifici che individuano piante medicinali attive come prevenzione di patologie da insufficienza immunitaria. Le piante medicinali più attive sono : l’Echinacea, l’Andrografis e l’Uncaria.

Un altro importante aiuto viene dalla rosa canina.
La tisana alla rosa canina è una bevanda perfetta per le stagioni più fredde, in quanto rafforza le difese immunitarie e ci protegge dai fastidiosi malanni di stagione.

La rosa canina combatte efficacemente le allergie soprattutto in primavera e i problemi legati all’apparato respiratorio, come asma e bronchiti, specialmente nei bambini. Ma approfondiamo meglio i benefici di questa bacca dalle mille virtù.
Le bacche della rosa canina sono di forma allungata e di colore rosso, e sono il frutto del fiore della rosa canina. Oltre alle proprietà sopracitate, la rosa canina è un ottimo antinfiammatorio naturale, perfetto contro mal di gola, faringiti e accumulo di catarro. Per tali proprietà, la rosa canina si rivela utile in caso di rinite, congiuntivite e asma. Nei bambini, la rosa canina viene utilizzata per patologie come asma, tonsillite, faringite e otite. Da non sottovalutare l’importante quantità di vitamina C e la presenza di bioflavonoidi, antiossidanti importanti per la circolazione sanguigna. Ma i suoi benefici offrono altro: la rosa canina è un perfetto tonico ed energizzante naturale, ideale per contrastare lo stress e la spossatezza. Per concludere, nelle bacche troviamo un alto contenuto di ferro e calcio, indispensabili per stimolare l’azione dell’acido folico, che esercita un leggero effetto antistaminico.

rosa-canina

zenzero

Lo Zenzero ha un azione antibiotica e antinfiammatoria e ci aiuta a prevenire e alleviare i sintomi influenzali.

Il rizoma dello zenzero costituisce la droga della pianta e contiene amido, lipidi, proteine, olio essenziale e una resina. Lo zenzero ha azione antinfiammatoria, antiemetica, epatoprotettrice ed inoltre impiegato per stimolare l’appetito, favorire la digestione e contro la diarrea. La radice dello zenzero è un utile rimedio contro tosse, raffreddore, mal di testa e influenza, ha azione contro il dolore e la stanchezza fisica.

Lo zenzero (Zingiber officinale), conosciuto anche come ginger, è un’erba perenne originario dell’India e caratterizzato da un rizoma dall’aroma speziato e pungente. Fresco e tagliato a fette oppure grattugiato ha un azione molto forte sia antibiotica che antinfiammatoria.

Un altro grande aiuto ci viene dato dal Limone.

Il limone è un agrume dalle molteplici proprietà e benefici.
Sembra sia originario dell’India.
A differenza degli altri agrumi il limone può giungere a maturazione anche una volta staccato dalla pianta e molto spesso i limoni vengono colti ancora verdi, trattati con un procedimento fungicida, incerati e spediti verso mercati esteri, dove verranno poi trattati per farli maturare.
Per questo motivo è sempre meglio non consumare la loro buccia, a meno che non si è certi che provengano culture biologiche.
I benefici del Limone:

1: Migliora la digestione: il succo di limone stimola la produzione di bile da parte del fegato, aiutando così i processi di degstione ed aiutando l’intestino ad espellere le tossine e le sostanze dannose per l’organismo.
2: Depura ed ha un effetto diuretico: acqua e limone stimola la diuresi ed aiuta il corpo a disintossicarsi.
3: Stimola il sistema immunitario: i limoni hanno un’alta concentrazione di vitamina C, utile per aumentare le difese immunitarie, potassio, che stimola i nervi e le funzioni cerebrali oltre a ridurre la pressione sanguigna. Ha inoltre effetti antinfiammatori, riduce il rischio d’asma, migliora l’assorbimento del ferro e riduce la quantità di muco.
4: Regola il Ph: acido citrico e vitamina C riducono i livelli di acidità nel sangue, abbassando il rischio di infiammazioni.
5: Purifica la pelle: gli antiossidanti del limone e la vitamina C contrastano gli effetti dei radicali liberi e quindi la formazione delle rughe. Non solo: la natura alcalina del limone contrasta i batteri responsabili dell’acne.
6: Dona energia e buonumore: il limone ha le proprietà di dare energia durante la digestione, stimolare il buonumore e ridurre quindi ansia e depressione.
7: Guarisce: la vitamina C stimola la guarigione delle ferite e aiuta a mantenere la salute delle ossa, dei tessuti connettivi e delle cartilagini. Ha inoltre proprietà anti-infiammatorie ed aiuta il recupero dopo un periodo di malattia o di debilitazione.
8: Rinfresca l’alito: i limoni rinfrescano l’alito, combattono il mal di denti e la gengivite.
9: Idrata: acqua e limone ha un alto potere idratante.
10: Aiuta a dimagrire: stimola la perdita di peso grazie all’alto contenuto di pectina, una fibra che aiuta a contrastare la fame improvvisa.

Avete mai sentito parlare dell’abitudine di bere acqua tiepida e limone la mattina appena svegli? Non si tratta di un bizzarro rito o di una strana abitudine, ma di un vero e proprio elisir di bellezza e di salute utilizzato da chi vuole cominciare la giornata con qualcosa di sano e di estremamente utile per l’organismo: non solo migliora la digestione, ma acqua e limone è un ottimo rimineralizzante per l’organismo, poiché contiene acidro citrico, ferro, potassio, manganese, fosforo e rame, oltre a buone dosi di vitamina A, B1, B2, B3, C e P.

Limone

Polline

Un altro grande aiuto per rinforzare le difese ci viene dato dal Polline d’api, esso offre tutto il supporto per sostenere la vitalità dell’organismo. Rafforza, e per questo viene considerato un ricostituente.

Analisi di laboratorio indicano che un solo granulo di polline raccolto dalle api è ricco di proteine, aminoacidi liberi, vitamine, incluso il gruppo B e l’acido folico, grassi, carboidrati, enzimi e sali minerali, presenti in proporzioni diverse in base all’origine botanica del fiore.
La maggior parte di questi elementi sostengono le funzioni del sistema immunitario:
* Vitamine: Gruppo B  (incluso B12), Vitamina A (betacarotene),  D,  C,  E.
* Minerali: Calcio, Selenio, Magnesio
* Aminoacidi: il polline possiede 20 aminoacidi dei 22 necessari per il buon funzionamento dell’organismo e aiuta mette vitamine e minerali in condizione di svolgere correttamente le proprie funzioni.
Il Polline dunque ha molteplici peculiarità, va bene per:
* migliorare la resistenza
* prolungare la longevità
* recupero dopo malattie croniche
* crescere di peso durante periodi di convalescenza
* diminuire l’appetito e dipendenze per il controllo del peso
* regolare il transito intestinale
* purificare il sangue
* prevenire le malattie infettive come il raffreddore e l’influenza (grazie alle sue proprietà antibiotiche)
Al polline vengono inoltre attribuite qualità anti-cancerogene.
Solo recentemente la medicina Occidentale ha iniziato a scoprire i suoi benefici grazie a numerosi studi scientifici in tutto il mondo.
Aumentare le difese immunitarie – benessere dell’intestino
La prima difesa immunitaria del nostro corpo è rappresentata dall’intestino il cui buon funzionamento dipende dalla sua flora batterica, dagli alimenti che assimiliamo e dal sistema immunitario intestinale. A fronte di una crescita delle intolleranze alimentari e del fenomeno della celiachia, ultimamente gli scienziati parlano dell’immunità intestinale come di un fattore che sembra avere una grande influenza su quella generale.
Il polline migliora la flora intestinale positiva e regolarizza le funzioni intestinali (in caso di stitichezza cronica, diarrea, stati fermentativi o altri squilibri della flora intestinale).
Ricerche hanno dimostrato che le sostanze contenute nel polline d’api sono efficaci nel combattere alcune infezioni batteriche e virali, come salmonella e alcuni tipi di ceppi. A livello clinico studi hanno mostrato che la sua sua azione contro i batteri intestinali patogeni è potenziata grazie ad alcuni glucidi e fibre alimentari che il polline contiene in quantità considerevoli.