Descrizione Progetto

Il potere del suono

Spesso dietro i modi di dire e le frasi fatte si nascondono antiche conoscenze. La millenaria esperienza dell’uomo gli ha permesso di conoscere connessioni inattese tra aspetti della vita, della natura, della psicologia, …
Ecco perché spesso i “rimedi della nonna” non sono poi così tanto sbagliati.
Prendiamo alcune frasi fatte come:
“siamo sulla stessa lunghezza d’onda”; “è una coppia che vive in perfetta armonia”; “non è nelle mie corde”; “quando è arrivato ha rovinato l’armonia che c’era”… Potremmo andare avanti per molto.
Beh avete capito intorno alla semantica musicale si innestano moltissimi paragoni con la vita relazionale e gli stati d’animo. Sembra che il suono sia più che un buon ambito di paragone: è come se le regole della musica fossero le stesse che governano la nostra vita interiore ed il rapporto con gli altri.
Tutto in effetti può descriversi come frequenza: dalla luce al suono, dalle radiazioni cosmiche a quelle nucleari tutto può essere descritto in termini di lunghezza d’onda e frequenza. Il fatto che li percepiamo come entità diverse dipende semplicemente dal sensore con cui lo captiamo. Agli occhi di alcuni animali, che vedono anche alcune bande dell’infrarosso, il mondo appare molto diverso da quello che vediamo noi.
Non è un caso se il professor Carlo Ventura, dell’Università di Bologna, è riuscito ad “ascoltare” il suono di cellule sane e cellule malate scoprendo che laddove c’è salute c’è armonia, dove c’è malattia o morte c’è rumore.